Mercoledi 07 marzo 2007

 

Alla mattina non riuscivo a capire ancora dove fossi… Mi son svegliato con il trillo inconfondibile dei miei cellulari e per una volta li avrei scaraventati volentieri contro il muro! Ma bisogna andare a lavorare se si vuole guadagnare il pane, quindi… Di buona lena mi alzo, telefono ad Alan come tutte le mattine per svegliarlo (che la sera prima non era neppure uscito, quindi avrebbe dovuto essere più in forma del solito) e mi preparo. Arrivo a casa sua (in ritardo) e mi apre la porta ancora in pigiama. Non ci credo!!! Avrà dormito dieci ore!!!

La giornata al lavoro è come al solito davanti al monitor… Ultimamente stò avendo una crisi di rigetto per tutto quello che riguarda l’informatica. E’ sempre stata la mia passione e adoro lavorarci, però… Dato che il lavoro di costruzione del sito è abbastanza sistematico e la mente può spaziare anche altrove, non mi appassiona molto, perchè, alla fine, sono sempre li con la testa!

Alla sera mi sono visto con “lui”. Per la prima volta ha provato a raggiungere casa mia da solo ma si è perso… Sono riuscito a fargli raggiungere il bowling e gli sono andato incontro. Siamo poi andati a cena ai Malardot. Con un vino che faceva furore… Non ci siamo scolati la bottiglia subito come la Cla ha fatto ieri sera, ma siamo riusciti a farla durare fino a fine pasto, anche se, quando ci siamo alzati dal tavolo, ero abbastanza ciucco! Siamo poi ripartiti, ma prima di tornare a casa, ci siamo fermati sotto la Rocca a guardare un poco il paesaggio, dato che “lui” non ci era mai stato. E’ stato anche romantico… Non fosse stato per il freddo infernale!!!!

Tornati a casa mia e dopo avere bevuto tre grappe alla goccia il mio stato non era proprio dei migliori… Ma questo non ha compromesso il dopo…

 

COME VOLEVASI DIMOSTRARE… WOW!!!!!

 

Tra i fumi dell’alcool e il resto mi desto dalla nebbia alle 4 passate, quando mi sveglia per salutarmi che stava andando a casa… “Oh my god! Ma come son ridotto?” Non riuscivo a capire dove fossi… Mi veniva in mente solamente la trama di un film con Bo Derek ai tempi d’oro… Lo saluto con un occhio chiuso e uno aperto e mi sento un poco uno st****o per essermi addormentato. Ma è carinissimo, anzi, mi ringrazia per la bella serata… Alle volte, vedendolo al di fuori, può sembrare un’altra persona. Invece, nei momenti come questo o come prima sotto la Rocca, è di una dolcezza mostruosa… Certo è che, se mai lo cosceranno i miei amici, voglio vedere la loro faccia sorpresa quando lo presenterò… Anche se, sono sicuro, quelli più difficili saranno Alan e la Cla. Ma penso che, comunque, con Alan andrà sicuramente d’accordo, VERO?!?!?!?

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *