Una serata alla Torre (lunedì 14 maggio 2007)

 

“Ti va di andare a fare un giro a Torriana, verso la Torre, soli io e te e te e io?”

Questo è stato il mess di Roby prima di arrivare a casa mia. Detto fatto!  Appena è arrivato siamo andati diretti e spediti.
Il panorama da quella zona è veramente fantastico, si spazia dalla vista di San Marino fino a Cesenatico ed è veramente uno spettacolo.
Abbiamo parcheggiato la macchina e ci siamo diretti a piedi e al buio più totale su di un sentiero tutto scosceso per raggiungere la Torre diroccata.

Dopo avere inciampato in qualche sasso ce l’abbiamo fatta a raggiungere la cima e sovrastamo tutto. Lì, al buio, con lui, è stata una sensazione veramente unica. Era una bella serata con un vento caldo che ci faceva compagnia.
Abbiamo parlato, riso, scherzato. Sempre abbracciati o mano nella mano.

    

Mi ha poi proposto di andare all’altra Torre, quella con il faro verde. Quindi siamo scesi nel buio nuovamente e siamo risaliti dall’altra parte, questa volta però tutto illuminato quasi a giorno e cosa non da poco, sopra l’asfalto.
Ci siamo diretti proprio sotto la luce verde e appoggiati alla staccionata non ci siamo staccati neppure un momento l’uno dall’altro.
Ad un certo punto, però, mi ha fatto chiudere gli occhi e mi ha messo un pacchetto nella mano…
Me lo ha fatto aprire mentre mi diceva due fantastiche parole che mi hanno fatto letteralmente sciogliere (e pure piangere).
Il pacchetto conteneva un orologio. E che orologio!!! Ma è matto! E l’ho detto pure a lui che era un regalo troppo costoso per me… Ma a nulla sono valse le mie proteste e mi ha spiegato il significato di tale gesto.

Penso che gioia più grande non poteva capitarmi. Non per il regalo, ma per tutto l’nsieme. Come lo ha detto. Come lo ha fatto.
C’era pure un sacco di gente che passeggiava vicino a noi, ma chi se ne fregava! Abbiamo continuato ad abbracciarci e baciarci noncuranti del resto…

Siamo rimasti circa un’oretta e poi siamo tornati a casa mia.
Complice la stanchezza (dovuta anche dalla scarpinata appena effettuata) siamo crollati in un sonno comatoso sul mio letto.
Abbracciati. Stretti stretti.

 

 Roby ti amoooo!!!!

7 commenti
  1. Orizzonte Lontano says:
    Scommetto che le due parole che ti ha detto dandoti l’orologio sono state:" è rotto".. (^_^)…
     
    Sayonara..
    Rispondi
  2. No name says:
    ma ke piacere ke mi fa leggere queste cose devis!!!!nn immagini quanto sia felice x te….te lo meriti davvero tanto….pensa ke mi sn emozionato io x te semplicemente leggendo….è1cosa fantastica….kissà se arriverò ank’io a tal punto(oddio sono sulla buona strada!!!)….allora in bocca al lupo caro….ci sentiamo presto…bacissimi
    Rispondi
  3. Will says:

    No no, secondo me le due parole erano: "E’ finto"… 😉
    Mi fa piacere che nonostante la tua età tu sia riuscito a seguirlo nel percorso montano…ahahah…ovviamente scherzo! 🙂
    Sono felice per voi, siete tenerizzimi…che emozione…

    Rispondi
  4. ђคгเєl 77 says:
    Devissssssssssssssss
    Sono tornata stasera dalla sede universitaria….li niente
    adsl 🙁  e questa settimana di notti insonni è stata davvero lunga.
    Poi entro qui e ti leggo così felice…che quasi mi viene da piangere o.O
    Oddio…sarebbero lacrime diverse da quelle delle mie notti insonni…ehhehe
    Sono davvero felice x te.
    Un abbraccio…..grande grande grande!!!!!!
    :-*
     
    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *