Lunedì 09 luglio 2007 – Malindi, Bikini & Co.

 

Sabato 07 luglio… Il mio rientro ufficiale… Era da quasi due mesi che non uscivo più e penso di avere recuperato anche con gli interessi!!!

Doveva essere una serata tipo al Marano, ma poi, organizzando di uscire con Carmen e Marco (i quali considerano zona minata quel posto) ci hanno proposto di andare a Cattolica al Malindi. Accettato di buon grado, dato che era dall’anno scorso che non ci mettevo più piede, dopo un’accurato restyling e una scelta centilina della bandana, mi sono diretto a casa di Barbara, la quale, con la casa mezza disastrata per i lavori dei muratori, non era neanche pronta… Mi sono steso diligentemente sul suo letto aspettando che si preparasse. E dal momento in cui ero arrivato a quello della nostra partenza sono passate ben due ore!!! E per fortuna che sono sempre io quello lento a prepararmi!!!

Chiaramente avevo fatto in maniera tale di andare con la sua macchina ed io, furbescamente, ho lasciato la patente a casa. Così non ci sarebbero stati problemi di sorta: lei non avrebbe bevuto, in quanto responsabile di se stessa e di me.

Il Malindi e il Bikini sono collegati da una rampa di scale, così, quando siamo arrivati, abbiamo fatto da spola tra una e l’altra. Tanto, con la velocità di Carmen a mantenere un orario, avremmo fatto sicuramente in tempo a fare un bagno al mare!
Difatti al loro arrivo io ero già fuori come una mina anche perchè la musica faceva veramente schifo. E l’unica maniera per sopportare tutti quei botti è stato il mio amico Moijto… Sapientemente preparato da un barista che… Mamma mia come sto!!! Cappello da Cowboy e una canotta nera che… era praticamente un fazzoletto su quel fisico… Così non ho tardato tanto a farmi il secondo!

Comunque!!! Alla fine sono arrivati anche quei due persi ed abbiamo ballato un po’ qua e un po’ la. Fino a che non ci siamo dovuti sedere ad un tavolo talmente eravamo stanchi (diciamo così). Guardo l’orologio: le 4 e mezza! Questo voleva dire arrivare a casa circa un’ora dopo con tutta la strada che dovevamo fare. Ma credevo davvero saremmo riusciti a  partire? Nooo. Anzi! Complici i sandali della Barbara con 10 cm di tacco, ci hanno dato uno strappo con la loro macchina Marco e Carmen. MA PRIMA bisognava andare a mangiare. E ci credo! Con la fame chimica che avevano in corpo… (notare, ho detto avevano!!!!).

La cosa che ricordo è, mentre sorgeva il sole, seduto al tavolo assieme a loro, che mi mangio la mia piadina salsiccia, peperoni e cipolla. Alle 5 del mattino!!! Ma anche loro non erano da meno… Le donne (e poi dicono che tengono alla linea) addentavano una piadina con pancetta e scamorza! Giusto quello che serviva…

Vabbe’… Finalmente ce l’abbiamo fatta a ripartire e mentre diventava sempre più giorno, cercavo di tenere sveglia Barbara che stava letteralmente crollando dal sonno. Sono riuscito ad aprire la porta di casa mia alle 6 del mattino. Con un unico pensiero in testa… "NON HO PIU’ VENT’ANNI PER FARE ‘STE COSE!!!"

Però tutto sommato mi sono divertito. Avevo bisogno di svagarmi. E anche se al ritorno ho mandato un pochino di sms a qualcuno che iniziava a lavorare da lì a poco (lascio immaginare chi sia…) perchè mi mancava terribilmente, ora SO! So perfettamente quale sarebbe la vita che vorrei. E spero vivamente che tutto vada per il meglio!!!

Sei sempre stato nei miei pensieri... Non cè stato momento che non abbia pensato alla tua mancanza... Vorrei fare tante cose. Ma non posso. E allora vado avanti. Nella speranza che un giorno ci riabbraceremo e non ci separeremo mai più!
TI AMO.

Domenica.
Praticamente tutto il giorno nel letto. In coma. Non tanto per l’aver bevuto (anche se era una vita che non bevevo nulla di alcolico) ma per il trauma di essere tornato a casa così tardi (presto) e avere mangiato come un maialino…
Miracolosamente sono riuscito ad alzarmi e fare un giro con Barbara (la sono dovuto andare a prendere di peso dal letto!) all’Azzurro. Era una vita che non vedevo i miei ex colleghi. E con bandana incorporata (oramai… chi me la toglie… Almeno fino a che la cicatrice si vede meno!) ho salutato tutti.

Poi, sentendo Alan, ci siamo organizzati e ci siamo ritrovati con lui e Katia a casa mia ed ho preparato la cena, mangiando fuori in giardino (vabbe’… giardino… facciamolo apparire tale…). Anche se era pieno di zanzare e ci siamo dovuti rifugiare immediatamente in casa dopo aver finito la cena.
Ma ne è venuta fuori una serata piacevolissima. Sono stato veramente bene.
Credo che gli amici, QUELLI VERI, siano qualcosa di veramente favoloso.

GRAZIE RAGAZZI!!!
Vi voglio un bene dellanima!!!

∂єνιѕ

12 commenti
  1. No name says:
    wow!!!ci siamo beccati ma nn abbiamo parlato!!!!e ke bip!!!cmq bada bene la maggior parte delle volte ke sn su msn il mio stato è occupato(ultimamente xk studio)quindi anke se dovessi beccarmi(e io logicamente nn ti vedo)contattami e nn ti preokk ok??;)
    x il resto passo a farti1salutino veloce..oggi è un giorno particolare…da dmn sarà tt finito e sarò libro…mare mare mare….baci devis tvb e grazie sempre x ciò ke mi scrivi….:P
    Rispondi
  2. Orizzonte Lontano says:
    Ho come l’impressione che tua abbia frainteso il contenuto di quell’accappatoio.
    Ora ti scrivo da una trasferta gradita quanto improvvisa.(^_^).
    A tempo debito, saprai tutto.
     
    Sayonara…
    Rispondi
  3. Nec pluribus impar... Macho... says:
    Ciao Devis, grazie 1000 per i commenti. 6 ufficialmente la persona che più commenta il blog dove scrivo.
     
    Purtroppo questo mese non ce la faccio a passare su da voi, però ad Agosto quando sarò in ferie credo che farò un salto al Bikini, alcune mie amiche ci vanno spesso e io poltrone come sono non ci sono ancora stato 🙁 comunque ti farò sapere.
     
    Bellissima la canzone "Gino e l’alfetta" la devo scaricare assolutamente ( è stata l’inno del gay pride di Roma ).
     
    Un abbraccio anche a te Devis.
     
    Salutoni !!!
    Tiziano 🙂
    Rispondi
  4. Simona says:

    Hey Devis come va’? Un po’ più riposato o risenti ancora delle ore piccole fatte con gli amici? Nn hai più l’età per certe cose….eheheheh… 🙂 Scherzo, cmq è vero, anche se o sn più piccina di te, ho perso il ritmo per far certe cose, e vedessi le occhiaie quando faccio più tardi delle 00!!!!!!
    Grazie x i meravigliosi commenti, x tutti quei complimenti che mi fanno arrossire…. 🙂
    e spero che i mex notturni a chi stava x andare a lavorare abbiano avuto una risp….nn aggiungo altro, rispetto la tua idea di evitare l’argomento fino a buone nuove o qualcosa di simile, i dice così no?!!!
    Vado a pulire, la scopa e lo straccio mi attendono…e poi dal medico che oggi assomiglio allo straccio.
    Un sorrisone…
    Con affetto
    Simo

    Rispondi
  5. ђคгเєl 77 says:

    Ufffffffffffffffffffffff ma nn ci sei maiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    Mò salgo a Rimini e reclamo la tua presenza …eheheheh
    Come stai tesò???
    A fare baldoria alla faccia mia eh??? 😛
    Divertiti mi raccomando…
    :-*******

    Rispondi
  6. Alfio says:
    bentornato devis, spero presto di poterti salutare in msn..scusami la latitanza forzata, causa esami..Un abbraccio di cuore.
     
    Alfio
    Rispondi
  7. Thelma e Louise says:
    Ciao tesoro!
    Porca zozza… da quanto tempo non aprivo il PC!
    Oggi, ho deciso di stare in casa in assoluto relax,
    così riesco a passare per lasciarti un megabacio.
    Non so se riuscirò a tornare, sono in partenza anche io.
    Ci rileggiamo a fine agosto, ok?
    Intanto promettimi che farai il bravo.
    Kissssssssssssss
     
    L.
     
     
    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *