Il ragazzo di campagna

05-02-09S_045

Ebbene si! Mi son ritrovato nei panni di Pozzetto come nel mitico film del 1984!
Tutto questo è successo in conseguenza al ricovero di mio babbo in ospedale. Ma cominciamo dal principio:

Domenica mi son preso una sgaga da paura quando, tranquillamente a letto con Roby e ventilatore a manetta, mi chiama mia mamma e mi avverte che da li a poco sarebbe arrivata l’ambulanza a prendere mio padre. Per fortuna con loro c’era mia sorella e mio cognato, altrimenti non so come sarebbe andata a finire!

E da quel momento calvario a non finire! Corsa in ospedale, attesa snervante fino alle tre della mattina e diagnosi inesistente. Nel senso che non si capiva cosa potesse avere avuto!

Con me c’è stato sempre Roby e anche a notte fonda, quando siamo tornati a casa, mi ha fatto compagnia per chiudere la casa dei miei e tapparmi in casa mia! 😀

E da quel momento, tenendo conto che i miei genitori hanno sia animali da cordile da accudire sia terreni con annessi orti da coltivare, mi sono tramutato, nel limite del possibile, in un “ragazzo di campagna”! Teniamo conto che non ho mai fatto seriamente questi lavori, solamente quando ero piccolo davo loro una mano in estate, ma sempre controvoglia.
Ed ora, invece, al mattino alle sette mi si può trovare a raccogliere le uova oppure alla sera alle otto e mezza a raccogliere i fichi. Diciamo che sarebbe mancato poco a vedermi tagliare l’erba come Pozzetto nella foto sopra!!!

Mio babbo è stato tutta la settimana in ospedale ed io e i miei fratelli ci siamo dati da fare come potevamo. Chiaramente essendo io il fratello “single” e colui che abita adiacente ai miei, mi sento in dovere di fare più che posso, senza rompere troppo gli altri.

Oggi comunque c’è una buona notizia: lo dimettono. E a casa ci sarà ad accoglierlo, oltre ai sui amati cani, anche un divano nuovo di zecca su cui potrà riposarsi e russare come suo solito! E speriamo si dia una calmata e con questo caldo che rimanga al fresco, vista la batosta che ha avuto!!!!

In questa settimana, tra lavori vari in campagna e animali, sveglia mattutina minimo delle 6.30, andare a lavoro in questo forno assoluto, non riuscire ad andare a letto prima di mezzanotte… Mi son cotto come un lombrico!!! Dove mi appoggio dormo!
E poi che dire dei bellissimi 34/37 gradi? Io ho detto che adoro il Natale… Ma a questo punto posso anche dire che, neve a parte, mi piace più il periodo invernale. E’ un inversione di tendenza… Quando ero ragazzo preferivo più il sole, il mare, il caldo! Adesso invece… Una chiavica!!! 😀

Anche di notte… E dire che non ho mai avuto problemi invece… A parte le prime due che avevo anche un poco di “strizza” a dormire, poi si è aggiunto il caldo. Sudato come un porco, con il ventilatore a manetta! Quanto stavo bene sulla nave!!! 😀

Oggi faccio il dritto a lavoro come l’anno scorso che non avevo la patente. Non torno a casa. Troppo caldo! Preferisco mettermi a smangiucchiare qualcosa nel piano superiore che c’è il condizionatore acceso per il server. Almeno rinasco un poco!!!

Ed oggi, come saluto, posto una foto che indica CHIARAMENTE cosa avrei voglia di fare… 😀

image

Devis
sabato 17 luglio 2010

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *