SS e talamo nunziale :D

Come prima cosa vorrei dire due parole sulla foto che ho postato: mi piaceva ricordare quel periodo tra me e Loro dove stavamo sempre assieme e, se così si può dire, lo avevo reso più “umano” e capace di abbracciare un uomo senza bisogno di vergognarsi o sentirsi un gay. E, anche se può dare adito a tante chiacchere futili, garantisco sulla sua “virilità”! Anzi… Se c’è una persona che conosco veramente etero, tra tanti bisessuali (che tristezza!), pseudo etero (ancora più tristi) e repressi (senza parole) che conosco, è proprio lui. Lui che mi chiama ancora assiduamente gay senza volermi offendere ed io, a mia volta, che se mi chiamasse diversamente penserei a qualcosa di strano; lui che è stato capace di tirarmi fuori da quel tunnel in cui ero caduto dopo la fine del mio rapporto con Diego; lui che è sempre stato presente senza MAI chiedere nulla in cambio; lui, insomma, il mio più grande e vero amico. L’unico che posso chiamare tale in quasi 40 anni di vita.

Allora… Quello che cercavo di raccontare oggi sono le due novità fondamentali di questo ultimo periodo: una serata con Lorenzo e il ritorno della Barbara alla base per due settimane. Comincio con il parlare di Lorenzo. Per chi ci conosce, sa che all’inizio lui non mi sopportova. Non concepiva i gay e non voleva aver a che fare con nessuno di questa “specie”. Ma poi… Piano piano ha cambiato idea (almeno sul mio conto) e gradualmente siamo diventati amici. Ed il rapporto andava ben oltre all’ambito lavorativo. Ci vedavamo nei giorni liberi, alla sera, e abbiamo condiviso parecchie gatte da pelare assieme: la vita ci ha messo di fronte a cose veramente dure ma lui è sempre stato la mia guida spirituale. La roccia da cui traevo ispirazione. E il saperlo esistente per me è stata una gran manna dal cielo.
E poi… Come dimenticare quella estate 2006 in cui ha conosciuto la Cla? E chi poteva immaginare che dalle nostre scorribande potessero mettersi assieme ufficalmente, andare a convivere e fare addirittura un figlio? Se riguardo indietro o ripenso a questa foto mai e poi mai penserei ad un (FAVOLOSO, ci tengo a precisarlo) epilogo come questo!

Fatto sta che poi, preso dal mio voler essere a tutti i costi migliore e voler atteggiarmi a colui che non aveva bisogno di ramanzine, l’ho messo da parte, orgogliosamente, caparbiamente e volutamente astioso (senza nessun motivo) verso lui. E questo è stato il periodo più buio mio. Fortunatamente ho conosciuto Roby che mi ha fatto capire tante cose e, piano piano, sono tornato sui miei passi ed ho riunito la mia strada con quella di Loro.

Ora, per lui, sono cambiate tante cose: praticamente sposato, padre e una famiglia da mantenere; il tempo per poterci vedere è praticamente nullo, ma, per certi affetti, non è importante vedersi sempre, ma essere a conoscenza dell’affetto reciproco.
E questa è stata la serata di giovedì sera: dopo tot giorni, anzi… Mesi che non ci vedavamo, ha organizzato una cena a casa sua approffittando del fatto che la Cla sarebbe andata a cena con i suoi compagni di classe. Con noi c’era anche Luca (il loro figlio favoloso) ed abbiamo mangiato e chiaccherato come una volta, pur essendo entrambi, per forza di cose, “cresciuti”. E’ stata una bellissima serata e, anche se non abbiamo fatto nulla di che, un momento di ritrovo che, una volta che si sarà sistemato definitivamente in questa sua nuova fantastica vita, sono sicuro ce ne saranno altri.

Loro… Anche io non te l’ho mai detto apertamente… GRAZIE. Di tutto. E sai a cosa mi riferisco. Sei una persona fantastica e la Cla e Luca sono veramente fortunati (senza nulla togliere a loro che sono veramente favolosi) ad averti.

Irriconoscibili??? Io rasato e giovane (anche se non si vede da dietro) e lei bionda e… più giovane!!!!

Nella serata SS (Serata Single) c’era anche una novità… O per meglio dire…. Un ritrovo del passato: la Barbara! Ma non tanto come persona, ma per il fatto che mi ha portato lei a casa di Loro e poi mi è passata a riprendere. Era una vita che non passava da casa mia e poi uscivamo assieme! Quante volte lo abbiamo fatto!!!! Quante volte io mi preparavo e lei arrivava già pronta. E doveva aspettarmi per un’altra mezz’ora buona perchè dovevo fare opera di restilyng.
E devo ammettere che, nonostante siano due anni (come passa il tempo!) che si è trasferita in Svizzera, quando ci rivediamo e passiamo del tempo assieme, pare non essere trascorso neppure un giorno da quando ci vedevamo, praticamente, quotidianamente.

E il talamo nunziale che mi riferisco nel titolo è il fatto di dormire assieme a lei. Ora che non ha una casa dove andare (tutti i suoi fratelli, praticamente, convivono o sono sposati con i rispettivi compagni), le faccio da famiglia adottiva. Ed è strano che IO dorma con una donna… Anche se la posso considerare mia sorella, è varamente fuori dalla norma. Già che non sono più abituato a dormire con qualcuno perchè, da quando io e Diego ci siamo lasciati (e già… A giugno sono già 5 anni) non ha più passato la notte con me nessuno. O per lo meno non ho mai voluto io. L’unica eccezione è stato Roby che si è fermato solamente negli ultimi due capodanni.

Ed ora, ritrovarmi con qualcuno a fianco nel letto mi fa stranissimo.

Ma lei… è sempre stata presente nella mia vita e non saprei veramente come poterla gestire senza. Anche se non ci sentiamo quasi mai, ogni volta che ci rivediamo è come se il tempo si fosse fermato e, anche se desidero la sua più completa felicità (e se è lo stare in Svizzera che la rende contenta), ammetto che non mi dispiacerebbe affatto riaverla qua e vederla tutti i giorni.

Comunque abbiamo recuperato un poco di tempo perso… Ieri mattina, venerdì, dato che dovevo recuperare una giornata lavorativa, ne ho approfittato e sono andato con lei al Mercato. Praticamente ci siamo rimasti tutta la mattina. Era una vita che non facevo un giro così completo. Avevamo tante di quelle borse e borsine che facevamo fatica a muoverci in mezzo alla gente!!!!

E ieri sera, organizzata dalla Nadia, ci siamo ritrovati tutti assieme, noi del gruppo di Natale, a cena fuori. Sulla scelta del posto, che mi fa un po defecare, ho sorvolato. Anche perchè, come sempre si dice, non è importante il viaggio, ma con chi lo si fa no???
E dopo cena, i limoncelli, le liquirizie, siamo andati tutti a casa (tranne Alan e la Catia che se ne sono andati da Filo), compresa la mia “sposa” che ha dormito, nuovamente, sul talamo nunziale.

Devis
sabato 26 febbraio 2011

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *