Babbo Natale modello

Il Natale rubato

Babbo Natale modello

Odio i film dell’orrore, Checco Zalone, Tiziano Ferro e la Pausini. Odio i telefilm ospedalieri, grande fratello e tutti quei programmi di attualità che si occupano di cronaca e ci stracciano le scatole per anni. Odio i giudizi gratuiti senza prova e chi si spaccia per sincero ed invece è solamente un arrogante.

Ma amo, AMO PROFONDAMENTE il Natale e questo è, per me, il periodo più bello dell’anno.

Posso tranquillamente guardare in santa pace i miei film natalizi con l’albero ed il presepe accesi, posso ascoltare le musichette natalizie e SOPRATTUTTO posso godere la mia famiglia.

Questo è un post un poco diverso dal mio solito. Se mi si crede di conoscere solamente dalla facciata che offro si sbaglia di brutto: sono molto di più di così. Mi piace giocare, mi piace essere allegro, mi piace essere contento al mattino perchè incomincia un nuovo giorno. E’ vero, posto delle gran foto di manzi (e anche questa volta ne è un esempio, anche se, sinceramente, manzo è poco… Questo è gnocchissmo!!!!) e alle volte sparo battute. Ma questo non vuol dire che sono un provolone e che voglia, come molti miei consimili, provarci con chiunque sia di sesso maschile e che respiri. So di essere una persona abbastanza “ingombrante” ma la cosa che mi contraddistingue di più è essere sempre pronto al confronto perchè non c’è peggior cosa di assumere una posizione senza ascoltare l’altra parte.

Detto questo posso dire che i miei ricordi più belli sono il periodo di scuola elementare e del Natale in casa.
Quando ero piccolo ed i miei fratelli andavano ancora a scuola non c’erano tanti soldi (un po come adesso insomma). Lavorava solo mio padre e quando in ditta davano lui il panettone e il calendario per noi era una gran festa. Avevamo il dolce per il giorno di Natale! Mi ricordo che quella scatola la osservavamo tutti i giorni e attendavamo il momento di poterla aprire e gustare il suo contenuto!
Andavamo tutti assieme a raccogliere il muschio per fare il presepe (le statuine ce le aveva regalate un mio zio e ancora le possiedo e le uso tutt’ora e guai a chi me le tocca!) e l’albero lo addobbavamo tutti assieme. Ogni anno mia mamma ci comprava qualche pallina nuova ed avevamo un alberello alto 1,5 metri e in tutta la mia vita non ne ho ancora visti di più belli.

Questo era il Natale. Sapevo sarebbe venuto Babbo Natale la notte della vigilia e, al mattino del 25, si correva tutti assieme in pigiama, all’alba, a guardare sotto l’albero i pacchi. C’erano colori, quaderni, penne, matite, libri… Quanta magia nell’aprire quelle scatolette che contenevano tutte cose che ci servivano per andare a scuola! E anche per questo… Non ho mai ricevuto regali più belli!!!!

Poi si accendeva la stufa e si cominciava a preparare da mangiare. Era festa quindi si faceva il brodo con il cappone e i cappelletti fatti in casa. Mia sorella dava una mano a mia mamma, mentre io e i miei fratelli maschi apparecchiavamo la tavola e guardavamo la santa messa in tv (all’epoca ce n’era una sola ed era in bianco e nero).

Questa era la magia del Natale. Quella magia che cerco disperatamente di ricreare ogni anno perchè il tempo passa troppo velocemente e i miei genitori sono sempre più anziani quindi, almeno per il 25 dicembre, mi piace stare con tutta la mia famiglia. Come tanti anni fa.

Purtroppo, a 10 anni, il Natale mi è stato rubato. E non solo quello. Ne avrei fatto volentieri a meno per fare un baratto. Invece… La nostra vita è stata sconquassata da un terribile dolore e non ci sono stati più alberi, presepi, luci e regali per un po’ di tempo.
Solamente a 15 anni ricominciai ad addobbare casa. Ma il clima era diverso, non c’era più l’allegria e la voglia di stare assieme come una volta. E poi, di contro, quando si è adolescenti non si capisce un’emerita cippa e le frustrazioni e sobbalzi ormonali a cui si è soggetti, fanno vivere in una sorta di Limbo da cui ci si sottrae molto tempo dopo.

Sono circa 5 anni che in questo periodo mi do da fare assiduamente per organizzare il pranzo di Natale, cercare di mediare e unire tutti i miei fratelli (uno ci guarda dalla foto sul caminetto ma è come ci fosse in carne e ossa perchè vive dentro noi) e fare una bella festa.

Da una decina di anni però ho anche un rituale molto bello: con gli amici, i MIGLIORI AMICI, quelli di una vita e con i quali ho un rapporto simbiotico, festeggio la vigilia cenando assieme e passando la notte dell’Avvento giocando a tombola e aprendo i pacchetti dopo mezzanotte. Ecco, anche questa cosa mi fa apprezzare pienamente il significato della festa. Perchè, al di la del mero consumismo, dei regali è lo stare assieme e godere della reciproca compagnia perchè E’ ciò che si desidera e non perchè bisogna farlo per forza.

Ci ho messo una vita per capire come sono e soprattutto chi sono. Ho una persona splendida al mio fianco che amo e che ama me. Ho degli amici che per nessuna cosa al mondo abbandonerei ed una famiglia a cui voglio un bene dell’anima.

Mi piace ridere e vedo (o per lo meno cerco di farlo sempre) il bicchiere mezzo pieno. Sono un eterno positivo ed il mondo attorno a me voglio sia sempre a colori come le lucine di Natale.

[mp3j track=”http://www.devisblog.it/wp-content/uploads/Mariah_Carey_-_04_-_Christmas_Baby_Please_Come_Home.mp3″]

Soon soon

Devis
sabato 03 dicembre 2011

15 commenti
  1. Chagall says:

    p.s. Non trovi che la voce della Carey sia cambiata tantissimo? Negli anni ’90 faceva queste canzoni che tutto sommato erano carine. Adesso canta tutti questi pezzi hip hop che non tollero e li biascica all’inizio in mezza voce e poi urlando come una pazza. Boh? A me piaceva di più prima

    Rispondi
    • Devis
      Devis says:

      Si concordo pienamente!!!! Mi piaceva un sacco prima!!!!! la adoravo!!!!
      Infatti anche il suo album di Natale dell’anno scorso non è neppure da paragonare a questo!!!!!

  2. Chagall says:

    E poi ha rovinato pure All I want for Christmas, cantandola con quel ragazzino spocchioso! XD Ma non poteva fare un duetto con qualcuno di più cresciutello? Eravamo più contenti pure noi. XD
    Buon sabato a te.
    Salutoni.

    Rispondi
    • Devis
      Devis says:

      Infatti!!! Però…. Devi sentire la versione di Michael Buble (che comunque è sempre un bel ragazzone :D)
      Un abbraccio carissimo!!!!!

  3. Chagall says:

    Non la conoscevo! Ho visto ora il video, è dimagrito tantissimo lui.
    Però preferisco decisamente l’arrangiamento della Carey, è molto più gioioso e festivo.

    Rispondi
    • Devis
      Devis says:

      Si infatti!!! Io la adoro!!!!
      E lui… Che dirti… già è carinissimo ed adesso così dimagrito…

      Mi piace il suo cd Christmas, l’ho comprato proprio una settimana fa. Favoloso.
      Io adoro lo swing americano anni 50/60 e il jazz quindi… il suo è un genere che prediligo!!!!

  4. Daisy Dery says:

    E’ la prima volta che passo a leggere il tuo blog, spero non ti spiaccia se commento un post così personale, volevo solo dirti che mi piacciono moltissimo le parole che hai usato per descrivere il Natale e l’atmosfera piena di calore che sei riuscito a ricreare.
    Complimenti anche per gli addobbi natalizi! Buon week end^^

    Rispondi
    • Devis says:

      Ciaoooo!!!! E grazie di cuore!!!! Non mi dispiace affatto e sono veramente onorato di essere riuscito a trasmetterti un poco della mia gioia per cio che penso del Natale! Lo adoro!!!
      Un abbraccione!!!!

  5. will74 says:

    A me il Natale da solo la scocciatura di dovere scegliere i regali (pochi, per chi li merita), freddo e la noia di far finta di essere più buono…
    Ps: ma sei sicuro sul discorso modifiche? io ci ho provato ma i temi (senza fare l’update a pagamento) non me lo fan fare 🙁

    Rispondi
    • Devis says:

      Ma tesoro a Natale BISOGNA essere piu buoni e non un diavoletto come te heheheheheh
      Ps per le modifiche hai ragione… Tu sei su worpress.com e non puoi farlo. O ti prendi un dominio a 15 euro l’anno come ho fatto io oppure cerchi un dominio gratuito che ti possa far fare l’upload tramite ftp e solo cosi puoi fare le modifiche

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *