Favolosa Ago

Lo so… Lo so… Son latitante da paura in queste ultime settimane… Ma a causa i vari problemi familiari e il lavoro… Non sono riuscito mai ad aggiornare il blog.
Diciamo che mio padre va un pochino meglio e, visto che avevo bisogno ASSOLUTO di staccare la spina, con i miei due “compagni di merenda” Alan e Katia siamo partiti per una settimana in ferie…E la data è stata studiata a tavolino fin dai minimi dettagli… il 14 maggio, compleanno della Ago….
Così, partendo al mattino con direzione Svizzera (casa della Baby a CadenazzoTicino -) abbiamo fatto una deviazione per Castelleone (Cremona) per festeggiare degnamente il compleanno.

Quando siamo arrivati ci è venuta a prendere al parcheggio e ci ha accompagnato al bar dove la combriccola si sparava un aperitivo. Erano in 4: Lorena, Ilaria, Lorenzo e una ragazza che non conoscevo. Quando ho salutato tutti mi son girato verso la nuova arrivata presentandomi e mi rendo conto si tratta di una Carrambata: era la Barbara che per fare doppia sorpresa era scesa e noi non ne sapevamo nulla! Ma che meraviglia!!!!

Così ci hanno accompagnato in un localino favoloso in riva ad un laghetto dove abbiamo mangiato, letteralmente, come delle scrofe un menu degno di un re.
Una pace celestiale con le paperelle e i pesci del lago in compagnia di persone degne di essere osannate nei giorni dei giorni per la loro unicità.

Dopo esserci sparati 20 caffè in 8 ed aver scofanato tutti i dolci possibili (e una pennica) siamo ripartiti per spararci l’aperitivo (come se non fosse  bastato il pranzo). Così nuovamente a sedere a bere, a ridere e parlare.

Ma poi… Come ogni cosa bella ha un fine, anche la giornata il loro compagnia volgeva al termine portando comunque un poco di malinconia su ognuno di noi.
Difatti dopo i saluti in cui la commozione era tangibile, siamo partiti alla volta della Svizzera: la Katia con la Barbara ed io e Alan nella nostra macchina.

Dopo 1000 peripezie per passare il confine cercando di non farmi beccare con la carta d’identità scaduta (ebbene lo ammetto… Sono un tonno: partire senza controllare i documenti non è da tutti :D) arriviamo finalmente in quel di Cadenazzo alle 23 spaccate.

Dopo aver smangiucchiato qualcosa (meglio dire: spazzato tutto quello che c’era di commestibile) abbiamo sistemato i due piccioncini nella camera della Barbara ed io e lei ci siamo stravaccati sul divano.

Ma prima… Abbiamo fatto una passeggiata nei dintorni dove lei sbuffafa dal caldo ed io, tutto imbacuccato, avevo un freddo boia.

Stamattina la  Barbara è andata a lavoro ed io con i due compari siamo andati ad Ascona a fare un giretto. Adoro questo paesello il cui lungolago è veramente pittoresco. C’era pure il mercato così siamo riusciti anche a fare qualcosa di diverso.

Nel ritorno a casa abbiamo fatto tappa in due supermercati e poi, varcata la soglia, loro si sono messi a preparare il pranzo  ed io a “pasturare” con il cercafroci (tanto per rimanere in allenamento… :D)

Ora, mentre scrivo, la Katia si trova nel letto con qualche linea di febbre (che fortuna!!!), Alan è sul divano col pc e la Barbara, dopo essere tornata a casa a mangiare in nostra compagnia, è tornata a lavoro.

Nonostante qualche crisi che mi prende all’improvviso ogni tanto (dovute al ricordo della persona con la quale ero salito l’ultima volta), penso proprio di spararmi una pennica e poi ripartire a fare un giretto… D’altronde… Se va come deve andare stasera (o domani sera al massimo) ho un “impegno” (chiamiamolo così :D) e non posso stare in loro compagnia… 😛 (ci ho messo troppo impegno ad allenarmi vero? :D)

à la prochaine fois

Devis
martedì 15 maggio 2012

12 commenti
    • Devis says:

      Si… Devo ammetterlo… E’ stata proprio una vacanza con la quale staccare la spina… E ce l’ho fatta…
      ti abbraccio

    • Devis says:

      Si dai… per fortuna vedo sempre il bicchiere mezzo pieno… Altrimenti…
      “Tristezza… portami via…” (ma non sono affatto il tipo!!!)

      Grazie mitico, ti abbraccio forte

    • Devis says:

      Era programmato già da tempo però… Non ho avuto modo di scriverlo… Ed ho fatto la vacanza stacca-spina
      e ce l’ho fatta.
      Ti abbraccio

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *