Un anno

santarcangelo di notte

 

Oramai stanco e deluso da tutti i miei consimili ero arrivato alla frutta: troppe delusioni, troppe persone “dai facili costumi” (per essere educato), troppe speranze andate giù al cesso. Era inizio estate 2012 e, smarphone sempre dietro, ero iscritto ai vari cercafroci disponibili.
Chi lo usa sa che il più famoso, quello giallo, è un ricettacolo di cretine represse, psicotici e zoccole varie (con le dovute eccezioni); mentre quello blu, meno blasonato dell’altro, è un pochino ino ino ino più serio, anche se meno frequentato.

Fu proprio li che conobbi Marco. Iniziò tutto molto lentamente. Non so neppure io come. Lo contattai per primo. Forse la foto mi ha subito detto qualcosa anche se, per esperienza, so benissimo che le pose in cui ci si ritrae per quel genere di applicazioni non sempre è veritiera.

E’ stato esattamente un anno fa. Giovedì 28 giugno 2012. Ci incontrammo alla fontana sulla piazza di Santarcangelo per poi passeggiare al borgo sedendoci infine su una panchina, parlando per due ore abbondanti.
Era la partita degli europei Italia Germania e, già qualcosa in comune, non ce ne poteva fregare una cippa del calcio. Anzi! Fu proprio grazie a ciò che non c’era nessuno in giro e Santarcangelo era tutta per noi.

Appena lo vidi seduto mentre mi aspettava provai un tonfo allo stomaco. Era bellissimo, ancora più che in foto! Aveva i pantaloni corti, un paio di tennis e una maglietta bianca. Ricordo ancora perfettamente la mia ammirazione mentre lo guardavo camminare. Ero già partito come un treno a vapore!!!!! Era (ed è tutt’ora, sia ben chiaro) un  figo pazzesco!!!! (giù le mani è mio, solo mio!!!! :D)

Parlammo di tutto e ritrovai naturale lo scambio di opinioni come se ci fossimo conosciuti da sempre. E’ stata una serata magica e la ricorderò per tutta la vita!!!!

Quando si fece abbastanza tardi da tornare a casa, ci alzammo dalla panchina e gli chiesi di abbracciarci. In quel momento, in quel momento esatto era chiaro in me il fatto fosse lui il mio principe!!! Non ebbi nessun dubbio al riguardo. Anche se, come è giusto che sia, iniziai, nei giorni successivi un corteggiamento discreto ma persistente al quale cedette (anche se ci volle tutto il mese di luglio).

Non mi era mai capitato prima di sentire un brivido fortissimo alla schiena e sentire le lucciole nello stomaco ad un primo incontro… Era tutto magico e lui fantastico!!!!

Ed ora, ad un anno esatto da quella sera posso essere fiero di aver inciampato tante volte nella vita. So di essermi rialzato sempre e solo per lui…

Amore mio te l’ho già detto tante volte…

ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo
ti amo

 

Hai reso la vita fantastica e ovunque sei tu quella è casa. Casa nostra.

Mi hai fatto diventare una uomo migliore. Diverso, più grande, più maturo, più conscio del fatto che ti amo come mai ho amato in vita mia.

Grazie amore mio… Grazie di esistere. Grazie di amarmi.

devis e marco

Devis
venerdì 28 giugno 2013

3 commenti
  1. Hariel says:

    viva l’amore! <3
    Mi fa sorridere questo tuo post…perchè ricordo di quanto eri schifato, deluso e.. sfiduciato 1 anno fa… e ricordo che ti dissi che le cose sarebbero cambiate, prima o poi…che c'è sempre la persona giusta per noi. E sono felice che tutto ciò è avvenuto De! 🙂
    Però due ore di chiacchiere al primo incontro son poche sai? 😀 io ti batto! ..con quello che sarà tra meno di 5 mesi mio marito..al primo appuntamento abbiamo parlato 6 ore di fila!!!! 😀 😛

    Rispondi
    • Devis
      Devis says:

      Hai ragione da vendere 😀
      Mi ricordo… Mi ricordo.
      Anzi… Potrei dire che sei tu ad avermi portato fortuna. E lo credo veramente.
      Nooo è già ora? Ti stimo alla grande!!!!
      Ma… vorrò vedere le foto per allora capito? 😀

  2. Barbara says:

    Sono strafelice per te…. So cosa provi perché lo sto vivendo anche io con il mio compagno…. Lo Amo con tutta me stessa….ed è un sentimento bellissimo che sembra toccare il cielo con un dito…. Baci la tua amica baby

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Rispondi a Barbara Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *