Potevo volevo dovevo?

gay doppia vita

Quante volte ci siamo chiesti se la vita che abbiamo corrisponde con quella che avremmo desiderato? Personalmente tante, troppe volte e in passato avevo anche seri dubbi che non fosse questo il mio posto, che conducessi un’esistenza solamente per “essere a modo” e cercare di conformarmi alle opinioni comuni.

Ma crescendo ho avuto una maggiore coscienza di me stesso e ho capito che, nonostante tutto, ho vissuto come mi andava di fare ed essere: è così confortante appurare che le mie scelte, le mie azioni ed il mio modo di agire hanno sempre confermato la mia vera essenza e non provare rimpianti sul mio passato!

Nella MIA realtà (e come in quella di tanti miei consimili) è sempre fin troppo facile cedere, lasciarsi trasportare da qualsiasi muscolo senza dosare in proporzione anche il cervello. Ho condotto, ad esempio, una doppia vita, mi fotografafo il pisello e intraprendevo chat con perfetti estranei di cui conoscevo quello che avevano in mezzo alle gambe senza sapere neppure che faccia avessero per un orgasmo virtuale o un incontro che sfociava inevitabilmente in una botta e via.

E’ facile puntare il dito contro gli altri quando siamo noi stessi la causa della nostra condotta ma, per quanto mi riguarda fortunatamente, dopo poche esperienze di questo tipo, mi sono reso conto che non era affatto ciò che volevo e che certe cose ero io in prima persona a condannarle anche se, allo stesso tempo, ne ero l’artefice.

Sono un signor nessuno e non voglio affatto apparire come un profeta o un eroe ma ho scoperto che gli errori sono stati vitali e mi hanno fortificato. Mi ha fatto proprio bene sbattere la faccia in terra qualche volta: mi sono rialzato e ho guardato con attenzione dove ero inciampato costringendomi a non ripeterlo.

Ora è facile dirlo quarant’anni e passa (un signore non rivela la propria età :D) ma ogni epoca racchiude una miriade di insidie dove non è facile districarsi ma per fortuna c’è quella cosa (un amore, un figlio, la famiglia, un amico e chi più ne ha ne metta) che ti fa andare avanti, ti fa vedere il bello e che ti fa sentire a casa in qualunque posto ci sia lui rendendo la vita meravigliosa proprio perchè imprevedibile. In nessun luogo ci sarà scritto il mio futuro ma è mia intenzione costruirmelo meglio che posso.

Devis
12 novembre 2015

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *